#rialzatifleri per non dimenticare un vasto territorio colpito dal sisma di Santo Stefano

E’ trascorso un mese ed un giorno dall’evento sismico del 26 dicembre 2018, di magnitudo 4.8, che ha interessato un vasto comprensorio di comuni etnei lungo la cosiddetta “faglia di Fiandaca”. Non ci sono stati morti nè feriti, ma i danni derivanti dal sisma sono notevoli. Nei giorni immediatamente successivi al terremoto delle ore 3.19 di Santo Stefano, l’hashtag #rialzatifleri è stato lanciato dal sottoscritto e da alcuni giovani della comunità di Fleri, in territorio di Zafferana Etnea, per catturare sui social media l’attenzione di quanti non avevano ancora ben compreso la portata e l’eccezionalità dell’evento che, pur non avendo comportato morti o feriti, è stato di proporzioni enormi e ha causato ingenti danni alle abitazioni. Danni non certamente causati da irregolarità nelle costruzioni, come ha fatto credere certa stampa nazionale nelle ore immediatamente successive all’evento sismico.

Con questo hashtag #rialzatifleri, divenuto molto popolare sui social e sul web, desideriamo adesso catturare l’attenzione di media, giornalisti, studiosi, opinion leaders a livello nazionale sull’intera area etnea attraversata dalla “faglia di Fiandaca” ed offrire alle comunità locali flagellate dal sisma uno strumento di consultazione agevole e snello. E’ possibile inviare contributi, foto e materiali all’indirizzo rialzatifleri@gmail.com

Grazie a tutti. Rosario Faraci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...